Facebook

Come fare un’analisi di marketing su una pagina Facebook

Un’analisi di Facebook Marketing è una valutazione delle attività svolte su Facebook da un’azienda (su una o più pagine Facebook e/o su uno o più account pubblicitari). L’obiettivo di questa analisi consiste nell’individuare le modifiche da apportare alla strategia messa in atto su Facebook al fine di migliorare le performance del Facebook Marketing.

Di fatto, per ottenere il massimo da Facebook, è essenziale ottimizzare continuamente la pagina e le inserzioni pubblicitarie; un’analisi permette di capire cosa e dove modificare per ottenere un impatto immediato.

Un servizio del genere può costare da poche decine di € fino a diverse migliaia di € a seconda del livello di competenze ed esperienza richieste. Questo articolo non vuole (e non può) certo sostituire un servizio professionale fornito da agenzie o da esperti di Digital Marketing, ma vi fornirà tutto quello che serve per condurre voi stessi un’analisi base delle vostre attività su Facebook.

 

Analisi di una Pagina Facebook

Prima di passare all’analisi delle attività pubblicitarie, vediamo come ottimizzare velocemente una pagina Facebook, partendo da una considerazione:

Una pagina Facebook ottimizzata ci permette di essere trovati più facilmente, aumenta i nostri mi piace e le probabilità che gli utenti siano coinvolti e condividano i nostri post.

Alcuni di questi consigli sembreranno ovvi, eppure basta fare un giro tra le pagine per esser sorpresi dalla quantità di aziende che non li seguono. Una pagina ottimizzata campare più in alto nelle ricerche, specie se effettuate dal motore di ricerca sociale graph search.

Ecco cosa analizzare.

Analisi Immagine del Profilo

  • L’immagine del profilo è l’aspetto più caratteristico di una pagina, e dovrebbe identificarla univocamente. Per questa ragione è consigliato l’utilizzo del logo aziendale.
  • Viene visualizzata con dimensioni pari a 160 x 160 pixel sui computer, 128 x 128 pixel sugli smartphone e 36 x 36 pixel sulla maggior parte dei feature phone. È consigliabile caricare foto quadrate di dimensioni pari o superiori a 160 x 160 pixel, che si visualizzino correttamente anche in miniatura (evitate dunque l’utilizzo di testo sull’immagine).

Analisi Immagine di Copertina

  • L’immagine di copertina è quella che subito salta all’occhio quando si visita la pagina Facebook. Per questa ragione dovrebbe comunicare chiaramente l’oggetto della pagina o le novità da promuovere. Rappresenta la tua “vetrina virtuale” e andrebbe cambiata di tanto in tanto per proporre novità e spingere gli utenti a cliccare “mi piace” e a tornare a visitare la pagina.
  • Viene visualizzata con una larghezza di 828 pixel e un’altezza di 315 pixel (nuove dimensioni aggiornate nella seconda metà del 2016) sui computer e con una larghezza di 640 pixel e un’altezza di 360 pixel sugli smartphone; è consigliabile verificare che l’immagine caricata si visualizzi correttamente su tutti i dispositivi.
  • Così come l’immagine del profilo, anche questa dovrebbe essere univoca e non presa dal web o copiata/modificata da altre pagine.

Analisi Sezione Informazioni

In base alla categoria della tua pagina, è possibile aggiungere diversi tipi di informazioni di base. È molto importante cercare di completare tutte le sezioni di informazioni così da esser trovati più facilmente sia su Facebook sia da ricerche esterni come da Google. Queste informazioni infatti, così come ogni altro contenuto delle pagine, sono pubbliche e dunque vengono indicizzate dai motori di ricerca.

Assicurati che le informazioni siano aggiornate e che includano tutto quello che desideri comunicare ai potenziali clienti.

 

Analisi Impostazioni Pagina

Le impostazioni della pagina devono essere controllate per assicurarsi che rispecchino la strategia complessiva dell’azienda. Occorre ad esempio controllare nella scheda generale che i messaggi siano o meno abilitati, che siano attive o meno limitazioni di visibilità, che gli utenti possano postare o taggare la pagina, che siano attivi o meno filtri di moderazione e volgarità, ecc.

Occorre anche analizzare le altre schede: le impostazioni sui messaggi, i ruoli della pagina (importanti per la sicurezza della pagina); controllare che eventuali applicazioni siano correttamente configurate e si carichino perfettamente su ogni browser; in generale aprire una ad una le schede e verificare che tutto rispecchi la linea dell’azienda su Facebook.

analisi-impostazioni-pagina-facebook

Analisi post e immagine

Infine, sulla pagina occorre dare uno sguardo d’insieme all’immagine, composta dall’immagine del profilo, di copertina e dai recenti post pubblicati.

Fai una scansione della pagina e assicurati che sia visivamente accattivante e in linea con il tuo marchio. Idealmente, tute le immagini dovrebbero comunicare con uno stile chiaro e una palette di colori unica, i link dovrebbero essere ottimizzati e i testi dovrebbero comunicare in modo chiaro e corretto i valori dell’azienda.

 

Analisi dell’Account Pubblicitario (Facebook Ads)

facebook_ads

Ed eccoci arrivati alla parte importante della nostra analisi. L’audit delle Facebook Ads consente di mantenere le campagne ottimizzate su una piattaforma (Facebook) che richiede continua supervisione per mantenere un forte ritorno.

Ecco cosa analizzare.

Analisi campagne attive

La prima cosa da controllare sono le campagne attive in questo momento, ovvero quelle che stanno spendendo un budget pubblicitario.

Per garantire l’efficacia di un’analisi di Facebook marketing occorre esaminare tutto: dagli obiettivi pubblicitari, ai gruppi di inserzioni, alle inserzioni; sarete alla ricerca di ogni minima possibilità di ottimizzazione.

Analisi obiettivi

Ogni campagna pubblicitaria ha un obiettivo. Assicurati che gli obiettivi assegnati alle campagne siano in linea con gli obiettivi di marketing aziendali.

Se l’obiettivo di una campagna non è in linea con quanto desiderate è consigliabile mettere in pausa la campagna e crearne una nuova con l’obiettivo corretto. Facebook ottimizza infatti campagne e le inserzioni automaticamente a seconda dell’obiettivo scelto. Ad esempio, un obiettivo di “clic su sito web” porterebbe le vostre inserzioni ad essere visualizzate soprattutto da chi solitamente clicca e visita i siti web. Quelle persone potrebbero non essere le stesse che di solito vi contattano e diventano potenziali clienti e clienti.

Analisi conversioni

Dopo aver definito gli obiettivi delle campagne ti consiglio di guardare le conversioni generate da ogni campagna. Le vendite, i clic, i contatti generati e altri tipi di conversione possono calare quando una campagna pubblicitaria non è più aggiornata o in linea con le tendenze di mercato attuali.

Come sono i tassi di conversione? Le conversioni medie giornaliere e settimanali sono in linea con quando le avete lanciate? Se no, perché?

Non dimenticate di prendere in considerazione anche le “conversioni di coinvolgimento” (interazioni ovvero reazioni, commenti e condivisioni di un post o mi piace sulla pagina). Queste possono variare in un batter d’occhio o essere negative (immaginate commenti negativi su un post sponsorizzato) e non vorrete certo continuare a spender soldi su qualcosa che non genera nulla di buono per la vostra azienda.

Analisi Pixel

In realtà, per tracciare correttamente le conversioni, bisogna utilizzare il Pixel di Facebook. Questo potentissimo script viene aggiunto al sito web e, tra le tante altre cose, permette di calcolare il ROI di un investimento pubblicitario.

Associando il pixel alle campagne è in pratica possibile determinare con certezza i risultati ottenuti da ogni singola campagna.

Passo essenziale in un’analisi di Facebook Marketing è il controllo che il pixel venga caricato correttamente su tutte le pagine del sito web. Per verificarne il corretto funzionamento vi consiglio di utilizzare l’estensione Facebook Pixel Helper.

Analisi gruppi di inserzioni

Per ogni campagna che si analizza ci saranno uno o più gruppi di inserzioni interni alla stessa da analizzare (leggi come funziona la struttura delle campagna con Facebook Ads). Dai gruppi di inserzioni è possibile analizzare ed ottimizzare il target delle inserzioni, il budget giornaliero o totale ad esse assegnato, il sistema di ottimizzazione e pubblicazione, la programmazione della campagna, e il posizionamento degli annunci.

Ognuno di questi elementi può essere cruciale al successo del gruppo di inserzioni, in termini di risultati su Facebook e valore portato all’azienda (ROI).

Analisi delle inserzioni

Siamo scesi al nocciolo delle campagne pubblicitarie. Passiamo adesso ad analizzare l’anello più basso e importante delle campagne: le inserzioni. Ogni gruppo di inserzioni avrà all’interno uno o più annunci.

Gli annunci sono ciò che effettivamente vedono i vostri potenziali clienti, è dunque molto importante analizzarli e assicurarsi che stiano portando il giusto messaggio con risultati positivi per l’azienda.

Per ogni inserzione è possibile analizzare i suoi elementi: il testo, le immagini o video, il link esterno utilizzato, il coinvolgimento generato. Controlla il loro punteggio di pertinenza, la copertura, la frequenza di pubblicazione e i risultati ottenuti. Determina così quali inserzioni possono essere ottimizzate magari aggiornandone i contenuti.

3 aspetti importanti nell’analisi di Facebook Ads

Non abbiamo ancora finito. Un’analisi di Facebook Marketing non è mai troppo approfondita, e potresti facilmente dimenticare qualcosa di importante.

1. I gruppi di inserzioni sono in competizione tra loro?

Vuoi essere concorrente di te stesso e sprecare soldi? Probabilmente no. Allora devi sapere che quando scegli i target per le tue inserzioni potresti creare pubblici che si sovrappongono. È un errore comune di Facebook Marketing chiamato AUDIENCE OVERLAP.

audience-overlap

Utilizza lo strumento di sovrapposizione del pubblico come spiegato nell’articolo, al fine di garantire che l’overlap tra i tuoi annunci sia minimo.

2. Controlla cosa funziona attraverso Test A/B

Nell’online marketing si parla molto di Test A/B, perché sono molto importanti per l’ottimizzazione di qualsiasi forma di marketing digitale.

Le Facebook Ads non fanno eccezione. È in realtà molto semplice condurre A/B test su Facebook in modo da testare gli annunci uno contro l’altro e determinare quale funziona meglio in base all’obiettivo scelto.

Se ad esempio si vogliono ottenere quante più visite sul sito web, bisogna confrontare gli annunci e capire quali generano clic al minor costo. Attraverso gli A/B test è possibile determinare quali combinazioni di testi, immagini, posizionamenti e altro garantiscono il minor costo e il massimo numero di clic.

ab-test

3. Usa al massimo i report pubblicitari

Per ottimizzare al meglio le attività di marketing su Facebook è essenziale conoscere ed utilizzare gli strumenti messi a nostra disposizione da Facebook.

Quando analizziamo le Facebook Ads, lo strumento da conoscere molto bene è la funzionalità di reportistica. Impara a generare report pubblicitari con Facebook Ads per determinare cosa funziona meglio nelle tue attività pubblicitarie.

Ci sono un gran numero di funzioni disponibili per ogni inserzionista e possono essere utilizzate per valutare le prestazioni di un’inserzione, di un gruppo di inserzioni, o di una campagna. I report pubblicitari vi aiuteranno ad acquisire la padronanza necessaria all’ottimizzazione del marketing pubblicitario su Facebook.

report-pubblicitari

Cosa hai imparato

Un’analisi di Facebook Marketing è una valutazione degli investimenti di marketing al fine di determinare la necessità di modifiche e miglioramenti.

Adesso sai esattamente cosa è necessario esaminare; le decisioni che prenderai ti aiuteranno a guidare meglio il tuo marketing su Facebook.

Buon lavoro!

Prenota la tua consulenza gratuita adesso